Conferenza Mediterranea

Mosaic of Peace project in Palermo resumes in Dubai

PROSSIMA CONFERENZA CON TEMA " IL MEDITERRANEO: UNA NAZIONE UNITA NEL RISPETTO e MOSAIC OF PEACE UNA " CASA" DI ACCOGLIENZA . LE DIASPORE UNA SOLUZIONE PER LA PACE . IL LIBANO MESSAGGERO DI PACE PER UNA NUOVA CASA DI ABRAMO .

Conferenza Mediterranea
Conferenza Mediterranea

PALERMO CITTA' DI PACE

L'avvio a Palermo nel 2019 della iniziativa Mosaic of Peace ha visto prime protagoniste le Città di Beirut e di Palermo, legate da comuni radici fenicie e da una forte identità mediterranea che avvertiamo il dovere si manifesti in impegno presente e futuro, perché questo nostro Mare cessi di essere luogo ed elemento di separazioni e di conflitti e sempre più sia un “Continente liquido” di Pace.
Considerare il Mediterraneo come "Nazione" e partire con Beirut come prima capitale, per poi cambiare ogni anno nel rispetto degli usi , costumi , religioni e soprattutto nel rispetto dei diritti umani. In questo scenario Mosaic of Peace ha chiesto e ottenuto la disponibilità di ospitare a Palermo nella prossima primavera 2021 una Conferenza Internazionale sul Mediterraneo, che non si limiti a confrontare posizioni ma che individui ed avvii concreti interventi per ridurre e superare ostacoli e conseguenze negative sui percorsi di Pace e di sviluppo nella realtà libanese e nella più complessiva realtà mediterranea.


PALERMO CITY OF PEACE

The launch of the Mosaic of Peace initiative in Palermo in 2019 saw as its first protagonists the Cities of Beirut and Palermo, linked by common Phoenician roots and a strong Mediterranean identity that we feel the duty to manifest itself in present and future commitment, so that our Sea ceases to be a place and element of separation and conflict and becoming more and more a "liquid Continent" of Peace.
Consider the Mediterranean as a "Nation" and start with Beirut as the first capital, and then change every year in respect of customs, traditions, religions and especially respect for human rights. In this scenario, Mosaic of Peace has asked and obtained the availability to host in Palermo next spring 2021 an International Conference on the Mediterranean, which will not only compare positions but will also identify and start concrete interventions to reduce and overcome obstacles and negative consequences on the paths of Peace and development in the Lebanese reality and in the Mediterranean as a whole.


LIBANO PAESE GEMELLO

Porta e finestra del Mediterraneo, un paese di cultura e cosmopolitismo dove vivono e si rispettano tutte le "confessioni religiose. Infatti in Libano professano liberamente 19 confessioni!
Questo per tenere accesa la luce sul problema Mediterraneo e l'importanza del Libano per la nostra sicurezza.
Il filtro che quel Paese fa nei confronti del terrorismo è molto importante.
L'Italia ha da oltre 40 anni un ruolo che ribadisce l'impegno nostro verso il Libano, da tempo al centro della politica estera e di sicurezza nazionali, e tra i principali perni attorno a cui ruota l’azione di Roma nella promozione della stabilità, della pace e dello sviluppo economico ed umano nel contesto del Mediterraneo allargato.
Il rispetto che in Libano esiste per tutte le religioni deve essere usato come metro ed esempio per tutti, soprattutto per la nostra Europa, la nostra Italia, che spesso questo dimentica: il rispetto. Occorre averlo e pretenderlo.


LEBANON TWIN COUNTRY

Door and window of the Mediterranean, a country of culture and cosmopolitanism where all "religious confessions" live and are respected. In fact, in Lebanon 19 confessions freely profess!
This is to keep the light on the Mediterranean problem and the importance of Lebanon for our security.
The filter that that country makes against terrorism is very important.
For over 40 years Italy has had a role that reaffirms our commitment to Lebanon, which has long been at the center of national foreign and security policy and one of the main pivots around which Rome's action in promoting stability, peace and economic and human development in the enlarged Mediterranean.
The respect that exists in Lebanon for all religions must be used as a measure and example for all, especially for our Europe, our Italy, which often forgets this: respect. It is necessary to have it and demand it.

IL LIBANO NON E' SOLO UN PAESE MA E' UN MESSAGGIO DI CONVIVENZA

ll Libano è sempre stato, grazie alla sua diaspora e al senso degli affari libanese, attivo in tutto il mondo. Siamo convinti che solo i libanesi saranno in grado di aiutare il Libano a ricostruire se stesso ancora una volta. Come una grande Fenice, il popolo libanese rinascerà.

Lo dice la sua storia. I libanesi sanno perfettamente che l'unico modo per riconquistare una parte della fiducia perduta è concordare all'unanimità un piano di salvataggio d'emergenza, prendendo sul serio l'attuazione di riforme, per garantire una transizione di successo verso una nuova era per il Libano.

In assenza di riforme, non si potranno avere i fondi del FMI e del CEDRE (Conferenza economica per lo sviluppo, attraverso la riforma e con le imprese), o di qualsiasi altro donatore e investitore internazionale.
Nella conferenza, si vuole lanciare la proposta che vede l'Italia promotrice di un piano per la ricostruzione del Paese e la conseguente sistemazione dei profughi siriani che sono certamente un grande problema umanitario oltre ad essere stato ed essere un grande problema economico per il Paese dei Cedri.


LEBANON IS NOT ONLY A COUNTRY, BUT A MESSAGE OF COEXISTENCE

Lebanon has always been, thanks to its diaspora and Lebanese business sense, active all over the world. We are convinced that only the Lebanese will be able to help Lebanon rebuild itself once again. Like a great Phoenix, the Lebanese people will be reborn.
Its history says it. The Lebanese know perfectly well that the only way to regain some of the lost trust is to unanimously agree on an emergency rescue plan, taking the implementation of reforms seriously, to ensure a successful transition to a new era for Lebanon.
Without reforms, it will not be possible to have the funds of the IMF and CEDRE (Economic Conference for Development, through reform and with companies), or any other international donor and investor.
In the conference, we want to launch the proposal that sees Italy as the promoter of a plan for the reconstruction of the country and the consequent accommodation of Syrian refugees who are certainly a great humanitarian problem in addition to having been and being a great economic problem for the country of the Cedars.

 

Un piano finanziario per la ricostruzione da presentare insieme alla Diaspora libanese (www.ldeleb.com) che potrà diventare protagonista della rinascita della nuova Fenice.
Fenice (uccello della mitologia egiziana e poi greca) che si risveglia, dopo la morte, rinasce dalle proprie ceneri; questo simbolismo si adatta al periodo che stiamo vivendo oltre che alla ricostruzione del Libano .


A financial plan for the reconstruction to be presented together with the Lebanese Diaspora (www.ldeleb.com) that could become the protagonist of the rebirth of the new Phoenix.
Phoenix (a bird of Egyptian and then Greek mythology) that wakes up, after death, is reborn from its ashes; this symbolism fits the period we are living as well as the reconstruction of Lebanon.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LIBANO: NELLA CRISI UNA SPERANZA PER LA RINASCITA

Da non proporre solo come una questione umanitaria, questione su cui magari non tutti potrebbero concordare ma anche come un affare, un business, un'opportunità economica.
Ogni ricostruzione porta con se lavori, opere importanti, investimenti con buoni profitti e chi, se non i libanesi possono attivarsi per i libanesi e convincerli a iniziare un percorso di riforme sociali e istituzionali?
I libanesi ricostruiranno il loro Paese con l’aiuto degli amici e con lo spirito di comprensione, dialogo e convivenza che li ha sempre contraddistinti.
La crisi economica che dura in Libano da anni, il C19 e la recente drammatica esplosione del mese di Agosto non possono essere problemi da trattare con lentezza burocratica dall'Europa e dalle Istituzioni internazionali.


LEBANON: IN THE CRISIS A HOPE FOR REBIRTH

Not to be proposed only as a humanitarian issue, an issue on which perhaps not everyone could agree, but also as an affair, a business, an economic opportunity.
Every reconstruction brings with it important works, investments with good profits and who, if not the Lebanese, can take action for the Lebanese and convince them to start a path of social and institutional reforms?
The Lebanese will rebuild their country with the help of friends and with the spirit of understanding, dialogue and coexistence that has always distinguished them.
The economic crisis that has lasted in Lebanon for years, the C19 and the recent dramatic explosion in August cannot be problems to be dealt with with bureaucratic slowness by Europe and international institutions.

MOSAIC OF PEACE: L'OBIETTIVO

Ecco la mia vision:

che il Mosaic of Peace, con sede a Palermo, davanti al Castello della Zisa, dove alla presenza dell'Ambasciatrice del Libano, Signora Mira Daher è partita l'iniziativa nel maggio del 2019 con gli auguri del Sindaco Orlando e dei partner che hanno aderito, diventi la "casa" dove ospitare tutte la parti che hanno interesse a cooperare in una specie di Sant'Egidio speciale per questo progetto.


MOSAIC OF PEACE: THE OBJECTIVE

Here is my vision:

that the Mosaic of Peace, based in Palermo, in front of the Zisa Castle, where in the presence of the Ambassador of Lebanon, Mrs. Mira Daher, started the initiative in May 2019 with the wishes of Mayor Orlando and the partners who joined, become the "home" where to host all the parties who have an interest in cooperating in a sort of special Sant'Egidio for this project.

AGENDA MEETING E PARTECIPANTI

  • S.E Ambasciatrice del Libano in Italia, Sig.ra Mira Daher
  • Vice Segretario generale Union for the Mediterranean:
  • Dr Grammenos Mastrojeni
  • Sindaco di Palermo: Prof Leoluca Orlando
  • Sindaco di Ravenna: Dr Michele de Pascale
  • Vice presidente Rotary Club Dubai: Dr Anthony Cerchiai
  • Presidente della Associazione Lebitalia: Dr Albert Aoun
  • Membro del CdA della RAHUFOND MTÜ (Non-profit organisation Peace Fund) Estonia: dr Martin Napa
  • Vice Presidente della Universita Kore: Prof. Nino Grippaldi
  • Presidente Robin Mind - Scuola di Etica ed Economia: Dr Francesco Strafalaci
  • Project leader Mosaic of Peace e co-chair Rotary Club NY: Sig. Nino Calogero

Interverranno:

È stato informato dell’iniziativa il Ministero degli esteri Italiano


MEETING AGENDA AND PARTICIPANTS
(to be defined)

Have been informed of the initiative:

  • The Italian Ministry of Foreign Affairs
  • The Rotary Club of NY
  • UNHCR of NY
  • The Rotary Club of Dubai
  • Some Lebanese associations
  • Some partners in Lebanon such as: Albert Aoun etc
  • International partners such as Dr. Martin Napa
  • The mayor of Ravenna (a large Byzantine city like Beirut, Palermo and Istanbul)
  • Father Bernardo Cervellera of Asianews.

So at the video meeting on December 5, the guidelines for a work agenda that will lead to the spring conference 2021 will be established.

Conferenza Mediterranea
Conferenza Mediterranea

Il Libano è un messaggio di libertà, è un esempio di pluralismo tanto per l’Oriente quanto per l’Occidente.

Per il bene stesso del Paese, ma anche del mondo, non possiamo permettere che questo patrimonio vada disperso.


Lebanon is a message of freedom, an example of pluralism for both Orient and Occident.

For the good of the country itself, but also of the world, we cannot allow this heritage to be dispersed.

Partecipa